Ryanair: la mia esperienza con le nuove normative

Da spenderemotuttoviaggiando I 28 Gennaio 2018 I

Chi vola con Ryanair, sarà stato informato via mail delle sue nuove normative. Anche le più famose compagnie aeree, a volte non spiegano in modo accurato le informazioni di base. 

 

Premetto che nella mail informativa non ci venivano spiegate dettagliatamente  le nuove condizioni di prenotazione. Le nuove leggi sono in vigore dal 15 gennaio 2018. Chi acquista un biglietto ordinario potrà caricare il bagaglio gratuitamente in stiva prima dell'ingresso sull'aereo. 

 

Ora vi racconto quello che è capitato a noi venerdi. Ci troviamo all'aereoporto pronti per partire per un viaggio low cost ad Atene.

 

Siamo contentissimi di poter inserire nel nostro trolley: creme, pinzette per sopracciglia, rasoi e deodoranti. Praticamente tutti oggetti che prima del 15 gennaio potevi portare con te, ma solo all'interno della valigia da stivare, non certo dentro il bagaglio a mano da riporre nella cappelliera.

 

Ci dirigiamo verso i controlli. Ad un certo punto vedo le guardie avvicinarsi tutte in un secondo attorno alla mia valigia. Panico.

 

"Signora può aprire la sua borsa?". Apro il mio bagaglio. Il controllore mi guarda e mi indica la crema per il viso da 250 ml, la schiuma da barba da 300 ml e il deodorante da 150 ml, dicendomi che non potevo portarli a bordo. 

 

Gentilmente chiedo spiegazioni dato che la mail spiegava che i bagagli a mano sarebbero stati messi tutti in stiva, facendo capire erroneamente a chiunque, che d'ora in avanti avremmo potuto portare più di 100 ml di liquidi a bordo della cabina. 

 

Anche se la compagnia aerea da la possibilità di stivare gratis, la norma sulla quantità di fluidi da portare in aereo NON E' CAMBIATA

 

Come tutti saprete, la compagnia più famosa per i viaggi low cost, imponeva che nella valigia da stivare, il passeggero poteva portare liquidi di ml superiore a 100. E' stato proprio questo fattore a confondere tutti i turisti.

 

Unico cambiamento posto dalla Ryanair è che chi prenota l'imbarco prioritario, potrà portarsi in cabina il proprio trolley, per evitarsi l'attesa e la fila appena sbarcati. Inoltre la borsa supplementare dovrà avere le seguenti misure: 30x20x20.

Il cambiento è dovuto all'eccessiva mole di bagagli che i turisti portavano all'interno delle cappelliere. 

Altra novità: vi verrà rilasciato un piccolo biglietto adesivo di colore giallo con un codice. Non perdetelo, perchè vi servirà nel caso smarrissero la valigia. 


I programmi del mio 2018 nel mondo

Da spenderemotuttoviaggiando I 25 gennaio 2018 I

Organizzazione. La parola che più mi descrive e la qualità che più serve nell'ambito del lavoro.

Mentre molti programmano se fare figli, quale università scegliere, cosa comprare duranti sconti o se acquistare un'appartamento o meno io organizzo il mio anno di viaggi.

Il mio primo viaggio low cost 2018: La Grecia.

Domani parto per Atene, città che mi ha sempre incuriosita fin da quando ero una liceale. Amo le materie umanistiche e penso che questo paese, abbia lasciato molto da insegnarci.

Febbraio:  partirò per un lungo tour in giro per l'Asia. Toccherò paesi come: Bangkok, Kanchanaburi, Kuala Lumpur, l'isola di Phi Phi Island e infine Singapore. 

Aprile/maggio: partirò con un'amica per Bruxelles. Sarà un evento unico per me, non sono mai andata via con una comagna di viaggi. Quindi voglio provare. 

Luglio/agosto: organizzerò un viaggio di gruppo con mia sorella per visitare le Canarie. Ma potrebbe uscire anche la voglia di andare in qualche isola Greca. Siamo ancora indecisi, ma ormai lo sapete: opto sempre per un'offerta low cost.

Settembre/ottobre: niente viaggi! Risparmieremo per la prenotazione di un safari in Kenya per inizio anno del 2019.

Novembre: essendo il mio anniversario di nozze, regalerò un'altro viaggio a sopresa a mio marito. Quindi scusate ma non posso scrivere altro. Sicuramente sarà una capitale Europea di nostro interesse. 

E voi? Avete deciso come programmare il vostro anno?love

 

Il mestiere di Travelblogger; come passo la mia giornata.

Da spenderemotuttoviaggiando I 24 gennaio 2018 I

Oggi ho deciso di raccontarvi meglio la giornata tipo di un Travelblogger.

A volte mi capita di sentire giudizi un po' affrettati e da persone inesperte sul nostro lavoro come giornalisti di viaggio. Così ho deciso di condividere la mia giornata tipo, sia quando lavoro da casa, sia quando viaggio per lavoro.

Scoprirete che è un mestiere come un altro, con i suoi pro e i suoi contro. Per quanto mi riguarda è la professione più bella del mondo.

 

Quando lavoro da casa: 

 

Mi alzo di prima mattina e come prima cosa dedico un oretta di tempo a riordinare il mio appartamento; pulisco il bagno, rassetto, sbatto i tappeti, do l'aspirapolvere. 

Faccio colazione e do da mangiare ai miei porcellini d'india: Spencer e Pizza.

Curo i miei social: controllo le notifiche, i followers, se qualcuno mi ha scritto sul direct di Instagram, su messanger, sul blog o via mail, controllo il numero di "mi piace" sulle mie foto per capire cosa più piaccia ai miei utenti, le mie storie, i sondaggi ecc, ecc

Controllo la mia agenda per ricordarmi gli impegni odierni.

Scrivo un articolo per il mio blog, che di solito ho programmato la sera prima.

Scrivo un articolo per Travel 365.

Faccio una pausa. Mangio qualcosa, svolgo qualche altro lavoro domestico per non avere accumuli e nel mentre guardo le mie serie tv preferite.

Mi preparo per il corso di crossfit e vado alla lezione.

Torno a casa e dopo mangiato studio circa un'oretta tutti i giorni per ampliare le mie conoscenze in questo settore.

Cerco aziende con cui collaborare e potenziali clienti.

Cerco corsi online su varie piattaforme di ricerca, per migliorare la mia professionalità.

Arrivate le 23/24 di notte, crollo sfinita e mi addormento.

 

Quando lavoro viaggiando: 

Mi alzo presto e controllo l'itinerario di viaggio preparato accuratamente mesi prima della partenza.

Porto con me un book con una penna per segnarmi tutti i particolari del viaggio in modo da rendere accattivante i miei articoli.

Dedico tutto il giorno alle escursioni, facendo foto e video che pubblico su tutti i social network, appena trovo un bar che permette la connessione wifi o appena torno in albergo.

Prima di pubblicare una foto, controllo molto accuratamente come sia venuta. Scelgo fra i migliori scatti ed applico dei buoni filtri e preparo una didascalia da inserire nel commento sotto riportato, curando anche l'aspetto marketing per i miei clienti o le aziende.

Dopo cena controllo quello che devo fare il giorno dopo e vado a letto sfinita, ma pronta per affrontare un'altra giornata.

 

Come potete notare la giornata tipo di un travel blogger è similare a quella di tantissime impiegate e donne in carriera; unica differenza? Unisco il dovere al piacere! 

 

 

 

 

Passaporto e carta d'identità; quello che dovreste sapere.

Da spenderemotuttoviaggiando I 21 gennaio 2018 I

Ciao a tutti lettori viaggiatori, oggi ho deciso di scrivere un post di carattere informativo per tutti coloro che mi seguono.

Molti di voi sapranno che quando si prenota un volo ti viene obbligatoriamente chiesto quale documento registrare per l'ottenimento del biglietto.

Solitamente per un volo Europeo, quasi tutti, utilizzano la carta d'identità.

Questa estate mi sono recata con mio marito a Sofia, capitale della Bulgaria, per un soggiorno di tre notti. 

Quando ripenso a quello che ci è successo, mi viene da sorridere perchè è vero il detto: "gli opposti si attraggono". Non siamo una coppia con un carattere opposto, apparte il fattore "organizazzione". Io preparo la valigia almeno una settimana prima, mio marito il giorno stesso della partenza.mad

Ci credete che un ora prima di dirigerci in auto verso l'aereoporto, l'ho visto sbiancare perchè non trovava da nessuna parte la sua carta d'identita?

Ebbene si, cari lettori. Il matrimonio spesso è l'unione di due persone pazze che si supportano a vicenda nel bene e nel malebiggrin. Presa dal panico più totale chiamo l'agenzia di riferimento, per sapere come comportarmi. Scopro con piacere che anche se abbiamo fornito i dati della carta d'identità, possiamo tranquillamente esibire il passaporto, nonostante le autorità aereoportuali siano in possesso di un altro tipo di documentazione. 

Passato il panico, corriamo verso l'auto e sfrecciamo in aereoporto pronti a goderci tre giorni nella bellissima capitale Bulgara, con le 200 scuse da parte di mio marito e la promessa solenne di preparare con largo anticipo la sua prossima valigia e la documentazione necessaria alla partenzatonqueout.

Nel caso dovesse capitare anche a voi, non disperate! Tirate fuori il passaporto e partite senza pensieri! 

 

Non posso fare a meno di viaggiare...

Da spenderemotuttoviaggiando I 26 dicemre 2017 I

 

 

 

 

 

L'enciclopedia dei viaggi dalla A alla Z nella mia mano!

La Lonely planet è da sempre la meglio per quanto riguarda lo spiegare come è fatto il mondo che ci circonda, i posti più belli da visitare, i cibi da assaggiare ecc ecc.

Da sempre, gli editori, sanno catturare ogni angolo e aspetto del mondo che ci circonda mettendolo per iscritto.

 

Parliamoci chiaro, mettere nero su bianco le emozioni che può riservare un luogo nel mondo, non è semplice! Quando uno scrittore ti fa vivere con la fantasia in un posto in cui non sei mai stato, allora significa che ha fatto centro!

 

D'altra parte un famoso scrittore di libri disse che se sai far sentire la pioggia ai tuoi lettori, durante una giornata estiva, allora sai quel che scrivi e come lo scrivi! 

 

Potete acquistare la guida su Amazon a 28,00 € o in una qualsiasi libreria. Cosa aspettate?

 

Ciao lettori viaggiatori!

 

Mondo, guida per viaggiatori-Lonely planet

Da spenderemotuttoviaggiando I 26 dicembre 2017 I

 

 

 

Finalmente è arrivato lo strumento numero uno per chiunque ami viaggiare.Consiglio di acquistare questo dizionario per viaggiatori quanto prima!

 

Sono recensiti: 1599 destinazioni e 221 paesi con l'abbinamento di 228 cartine e 700 fotografie!

 

La linea Lonely planet è da sempre la meglio riconosciuta come guida turistica dettagliata per chi ama fare shopping di biglietti aerei, piuttosto che di borse o scarpe.

 

Di ogni paese vengono specificati i cibi da assaggiare, i posti più importanti da vedere, viene specificata la religione e come è composta la popolazione del posto e tante altre informazioni sul posto che andrete a visitare. 

 

Per chi cercasse una guida ancora più specifica riguardo ad un luogo in particolare, consiglio di acquistare la recensione del paese d'interesse. Sostanzialmente si tratta di un volume, sempre della linea LONELY PLANET, che tratta solo ed esclusivamente di un posto specifico.

 

Ciao lettori viaggiatori!

 

 

Gli Accessori di una viaggiatrice

Da spenderemotuttoviaggiando I 26 dicembre 2017 I

 

 

 

Come si riconosce la passione di una persona?

Un detto dice: "dall'abbondanza del proprio cuore la bocca parla". Un altro cita: " dimmi cosa indosserai e ti dirò chi sei"

Ebbene è davvero così! Se il tuo shopping gira attorno ad oggetti di viaggio come: guide, valigie all'ultima moda, accessori raffiguranti il mondo (come il mio orologio in foto), trousse da viaggio, creme solari ecc ecc , allora sei un viaggiatore compulsivo! Spiancente non esiste una cura!biggrin

Ho trovato questo orologio su Amazon a bassissimo costo. La linea offriva anche ciondoli e bracciali, raffiguranti sempre le immagini di una cartina geografica!

Non ho resistito ovviamente. Li trovo degli ottimi accessori regalo: semplici, economici e sfiziosi!

Cos'è un viaggio su un isola tropicale senza la linea di creme A.G?

Da spenderemotuttoviaggiando I 28 dicembre 2017 I

Ciao viaggiatori! Oggi parliamo di accessorio fondamentale per chi è in partenza per un meta calda su un isola deserta; la linea dell'Australian Gold! Non so se l'avete mai sentita nominare, non capisco perchè non sia un prodotto pubblicizzato a dovere è davvero ottimo!kiss

 

Ho conosciuto per caso questa linea mentre stavo pagando una lampada corpo in un centro commericale del mio paese. Ho capito che fossero creme valide dal listino prezzi! Ovvio che come tutte le creme, non bisogna mettersene mezzo tubetto affinchè facciano il loro effetto, quindi tranquilli vi durerà molto piu di quello che sembra. 

 

Occhio all'abbronzante (tubetto nero) è sconsigliato metterselo nelle zone del mondo dove il sole picchia di più, essendo che chimicamente è composto da elementi che accellerano il procidemento abbronzante.

Magari utilizzatelo dopo qualche giorno di vacanza, la vostra pelle avrà fatto un po di corazza dal sole cocente, sempre sotto uno strato di crema protettiva. Davvero di primissima qualità anche le creme dopo sole che danno una idratazione alla pelle incredibile! Devo dire che non serve utilizzarla esclusivamente come dopo sole, bensì nel quotidiano dopo una doccia per rinfrescare la pelle!

 

Sono creme resistenti all'acqua e hanno tutte un profumo delizioso! love La linea che vedete in foto ha dei prezzi medi, il costo si aggira attorno ai 30/35 € su Amazon, in negozio costerebbero molto di più!  Chiaro che come tutte le linee di creme ci sono anche quelle più costose, nel caso che il vostro portafoglio sia più generoso del mio.biggrin Provatele e sappiatemi dire come sono io le trovo fantastiche! Le acquisterò a breve prima del nostro tour in Asia.heart

 

Abbronzatura natural con le creme della linea: Australian Gold

Da spenderemotuttoviaggiando I 7 gennaio 2018 I